Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
27 Jul

ISOLA ECOLOGICA: è ancora possibile trovare una via di uscita?

Pubblicato da neAnastasis  - Tags:  #Isola Ecologica

Ecco come il sindaco ha commentato la manifestazione organizzata dal comitato di Via Romani per protestare contro lo spostamento dell’isola ecologica da Via Pertini a Via Petrarca.

“Ieri, nel mentre iniziavano i lavori per il Convegno sul PUC, s’è oltrepassato il limite della decenza e della civile convivenza. I manifestanti, con fare facinoroso, hanno assaltato Palazzo Siano, impedendo a moltissimi cittadini di partecipare ai lavori del Convegno. Solo l’intervento delle Forze dell’Ordine ha evitato il peggio e placato gli animi accesi e per nulla pacifici dei dimostranti. Inaccettabile! Vergognoso è dir poco.”

Parole pesanti che travisano completamente la realtà.

120725-tra-la-gente-2-copia-1.pngLa manifestazione, annunciata con largo anticipo su manifesti affissi in città, regolarmente autorizzata,  ha visto la partecipazione di un significativo gruppo di persone in larga parte residenti nei parchi di via Romani e Madonna dell’Arco; lavoratori, pensionati, padri e madri di famiglia, qualche  giovane studente, molti ragazzini, in nessuno di loro era possibile scorgere pensieri bellicosi.

Tutti volevano protestare per il modo in cui si è concretizzata la volontà della amministrazione di spostare l’isola ecologica già progettata, deliberata e  finanziata per essere costruita nel sito individuato dalla giunta del sindaco Pone in via Pertini,  spostata e fatta autorizzare nel nuovo sito di Via Petrarca nelle immediate vicinanze di una scuola.

In tutti i dimostranti è forte la consapevolezza che il paese ha bisogno di una isola ecologica e che per poterla costruire è assolutamente necessario non perdere il finanziamento concesso dalla provincia di Napoli. Ma tutti vogliono che le scelte dell’amministrazioni siano trasparenti sul versante della legalità e avvertono e denunciano invece una grave violazione per il modo in cui lo spostamento è stato deliberato e per la pervicace fermezza con cui  si è ribadita nel corso dei mesi e degli anni la volontà di non  voler discutere di questo aspetto.

Il corteo dopo aver attraversato le vie cittadine si è concentrato in piazza Siani davanti alle porte della casa comunale.

Ad attenderli un nutrito numero di agenti di polizia posti a difesa del portone di accesso al palazzo del comune.

Nell’aula del consiglio comunale era in pieno svolgimento da oltre un’ora una riunione sul PUC (Partecipato…..sigh!) con pochi presenti, cosi raccontano i cronisti che stavano partecipando. I manifestanti volevano entrare e trovare in quella sede un tavolo di confronto e di discussione.

Sfido il sindaco a trovare un solo documento fotografico o video in cui l’aggettivo facinoroso era ascrivibile ai dimostranti, uno solo, che testimoni l’oltrepasso della civile convivenza, un fotogramma che  documenti gli animi “per nulla pacifici”.

120724-Il-sindaco-tra-la-folla.pngSu richiesta di un consigliere dio minoranza il sindaco si è affacciato nella piazza senza mai subire prevaricazioni ne offese, certo ha ascoltato voci di dissenso. Avrebbe potuto accoglierli nell’aula consiliare come loro chiedevano per un confronto nel merito, invece ha negato anche questo momento di dialogo.

Quei cittadini dimostravano con l’unico mezzo a loro disposizione la contrarietà di una minoranza del paese, forse, ma che ha il legittimo diritto di manifestare il dissenso.

I fischietti, i battimani e qualche coro fanno parte del folclore della manifestazione.

 

Il primo cittadino, non può, non deve, ribaltare la verità e dividere il paese tra vecchi residenti nel cuore della citta con i nuovi cittadini arrivati numerosi a popolare i quartieri di via Romani e Madonna dell’Arco.

Accetti il dissenso, mostri aperture al dialogo e propensione all’ascolto, forse è ancora possibile trovare una soluzione che non faccia perdere al paese la possibilità di avere una isola ecologica e rispettare la legalità.

 

Blu Vesuviano

 

 

Commenta il post

Sul blog

neAnastasis è un'associazione civica attiva a Sant'Anastasia per sollecitare, promuovere e tutelare la partecipazione attiva e democratica dei cittadini alla vita amministrativa e sociale.